Matteo Novati e la sua svolta lavorativa per “Crea la Vita che Vuoi”

“Ho capito che la mia visione era limitata e che stavo sbagliando tutto. Ho deciso di reagire a questa mia situazione mettendomi in gioco e superando questo limite”.

Così si racconta Matteo  Novati di Curriculum – Trovare lavoro con un colpo di bacchetta quando illustra come è riuscito a dare una svolta alla tua vita lavorativa e noi siamo felicissimi di averlo come Ambassador di “Crea la Vita che Vuoi 2018”.

Conosciamo meglio Matteo!

1. Chi e Matteo Novati?

Mi chiamo Matteo Novati, ero un commesso di un negozio di elettrodomestici e da tempo avevo la necessità di trovare stimoli che mi appagassero e mi dessero la possibilità di fare quel salto di qualità nella vita che fino ad allora non ero stato in grado di fare.

2. Dove e quando nasce il tuo bisogno di cambiamento?

Decisi di darmi da fare per cambiare lavoro e iniziai ad inviare decine e decine di CV (curriculum) in cerca di un nuovo lavoro.

Ottenendo risposte negative e qualche colloquio che mi metteva in condizioni professionali peggiori, ho capito che il cambiamento doveva partire da me.

3. Hai incontrato delle  difficoltà?

Non fu affatto facile.

Iniziai a frequentare corsi che mi potessero far acquisire nuove competenze, sia in ambito Digital che nella comunicazione.

Mi ero da poco sposato ed eravamo in dolce attesa di mio figlio Pietro. Avevo poco tempo da poter impiegare nello studio ed era necessario investire molti soldi per ottenere quello che volevo.

 

Mi impegnai con me stesso e appena ne ebbi l’opportunità andai a compiere il primo passo, quello decisivo!

4. Quale è stata la tua risorsa più preziosa per la realizzazione del tuo progetto? 

Le risorse a prescindere del mio percorso sono state l’amore incondizionato di chi credeva in me nonostante i risultati fossero lontani ed ancora il mio progetto fosse avvolto da una coltre di nebbia.

5. Quali sono le convinzioni che ti hanno dato la spinta per prenderti della vita il meglio?

Il mio percorso nasce dalla volontà di aiutare tutte le persone che come me vogliono cambiare lavoro e lo vogliono fare attraverso se stessi, senza falsare le proprie carte e senza affidarsi ad agenzie e società che valutano la tua persona come un numero. Contribuire a far raggiungere alle persone un obiettivo, un risultato, un lavoro appagante, che possa dare magari un migliore stipendio, più tempo da vivere con la propria famiglia, migliori opportunità.

6. Come organizzi il tuo tempo (lavoro, famiglia, te stesso)?

Famiglia + lavoro + me stesso = VITA

Per poter godere appieno delle 3 dimensioni della vita è necessario viverle col massimo equilibrio. Per ognuno i valori percentuali non devono superare il 34 per cento l’uno. Laddove uno dei tre pilastri dovesse farsi valere sugli altri, potrebbero nascere problemi sugli altri due.

Riesci a vivere la vita a pieno solo quando vivi le 3 dimensioni in egual misura.

7. Ci sono stati  momenti dove hai pensato di mollare?

Spesso. Quando i risultati non arrivavano ho pensato di mollare. Ma avevo un segreto, un libro che mi ha aiutato nei momenti di sconforto e che mi ha fatto perseverare nel raggiungere il risultato.

Vuoi sapere che libro è? E’ un segreto … semmai ne parlerò in evento ok?

8. Cosa hai scoperto su te stesso nei momenti di difficoltà?

E’ un attimo nella vita lasciarsi andare alla tentazione di ricadere nella zona di comfort.

La zona di comfort è il vero ostacolo nel conseguire un obiettivo. Ho scoperto che proprio lontano dall’agio e dalle situazioni più comode la mia persona ha modo di crescere e così come per me, vale per tutti gli esseri umani.

9. Come è cambiata la tua vita da quando sei ripartito da te stesso?

Ho aumentato in maniera esponenziale il mio livello di apprendimento, la mia crescita personale, la mia capacità di ascoltare le persone e soprattutto il mio modo di pormi alla vita.

La positività come credenza principale, l’obiettività e la coerenza, così come la determinazione e la forza di volontà.

Queste sono le potenzialità sicuramente sviluppate in questo percorso.

10. Hai dovuto fare delle rinunce?

Ho rinunciato in primmis al tempo che dedicavo a me stesso ed alla mia famiglia, ma solo nel momento in cui per necessità dovevo acquisire strumenti che non possedevo e cercando di riscattarmi non appena ho raggiunto l’obiettivo.

11.Quale è la tua strategia, in 3 parole, per raggiungere gli obbiettivi?

Determinazione, coerenza e forza di volontà.

12.Quale è il messaggio che vuoi lasciare a tutte quelle persone che oggi vogliono fare un primo passo per intraprendere un sogno?

La realtà di ogni persona che spesso pensa in maniera ricorrente ad un sogno irrealizzabile, perché pensare che quel risultato sia davvero impossibile da ottenere giustifica spesso l’insuccesso e il fallimento.

Se nonostante tutto, per quanto sia impossibile da realizzare, accetti di fallire e di sbagliare, e nonostante tutto vai avanti dritto per la tua strada, niente e nulla potrà fermarti dall’ ottenerlo.

About The Author

Daniela Ardelean

Daniela Ardelean

COMMENTI FACEBOOK

Leave A Response

* Denotes Required Field